27/01/2018 - 28/01/2018
Quattro sfumature di Ronda Ghibellina
Quattro sfumature di Ronda Ghibellina


Domenica la “classica della Merla” del trailrunning a Castiglion Fiorentino con il poker di gare agonistiche, il trekking e il Baby Ring per i più piccoli
Grande attesa per l'inedita “Plus” con i suoi 70 km e 3.500 metri di dislivello. Diretta streaming dell'evento
 
Il re dei winter trail del centro d'Italia, uno degli eventi di inizio stagione più attesi nell'ambiente, la classica della Merla: Ronda Ghibellina Trail torna domenica 28 gennaio a Castiglion Fiorentino.  Ad oggi il numero dei partenti è salito a 800 ma complessivamente, anche con le gare non competitive, sono attesi circa 1.100 tra atleti sulla linea di partenza, italiani e non solo, e semplici e puri appassionati della natura e della camminata all’aria aperta.  Alla sua ottava edizione, Ronda Ghibellina continua il suo percorso di crescita e presenta una serie di novità sia tecniche che di corollario.
 
La news più importante è senza dubbio l'introduzione della Ronda Ghibellina Plus, l'ultratrail da 70km (e 3.500m di dislivello) ideata per accontentare il desiderio di sfide sempre più difficili da parte degli atleti, fra i quali alcuni top runner – italiani e stranieri – che hanno accolto con piacere l'innovazione, ma anche per omaggiare due luoghi molto cari ai conoscitori delle montagne “ghibelline”, il Poggio Cavadenti a nord, al confine con il Comune di Arezzo, e Sant'Egidio a sud, nelle terre confinanti con Cortona. Riflettori puntati in griglia sulla canadese Stephanie Case, seconda al Tor des Geants nel 2016 e quarta nel 2017 dietro proprio a Marina Plavan, anche lei guest star a Castiglion Fiorentino, e poi Lidia Mongelli e Giulia Vinco. Fra gli uomini invece scorribande aperte fra Giulio Ornati, sette volte primo assoluto in gare di ultratrail nell'ultimo biennio, da annotare la doppietta alla Maremontana e il Tuscany Crossing, che dovrà vedersela con Di Giacomo, Salvetti, Macchi, Rinaldi. Oseranno sfidare la Plus anche alcuni runner locali, fra cui Edi Donnini e il ghibellino Cristian Caselli. La Plus sarà anche sfida a squadre, con l'inedita Coppa dei Campioni per società che mette in palio il Trofeo Pastificio Fabianelli e il 2° Trofeo Pasqualino Castellani.
 
Per seguire le battaglie di questi fuoriclasse - ecco l'altra novità - sarà attivo il servizio di diretta streaming con collegamenti dai vari check point disseminati sul percorso con immagini dalla partenza all’arrivo a cura di MySdam ed Eolo e proiezione al quartier generale del Palazzetto Fabrizio Meoni.
 
Collegamenti live dalla corsa anche su RadioEffe. Al Palazzetto sono previste tutte le operazioni logistiche e la sede dell'expo, con ingresso aperto a tutti, che presenta vari stand di aziende che operano nel settore e prodotti alimentari tipici.
 
Ma la Plus, che prenderà il via prima dell'alba (ore 6) proponendo di fatto una Ronda con atmosfere notturne, e non era mai successo prima, è solo la ciliegina di una torta sempre più grande: confermate le altre distanze, dalla classica Ghibellina (partenza ore 8) con 46km e 2.500d+, alla “riveduta e corretta” Valligiana (9,30) portata a 24km e 1.600d+ per motivi logistici di forza maggiore; fino all'Assassina (9,30), la spartan race del trail running con i suoi 1.000 metri di dislivello in appena 15km, un su e giù più adrenalinico del Katun di Mirabilandia. Di contorno, il Trekking Ghibellino che si ripete dopo l'ottimo successo di partecipazione di camminatori del 2017. Aperta a tutti e coordinata dal Geco, l'escursione è lunga circa 8 km e tocca la zona di Mammi. Infine l'ultima simpatica novità, il Baby Ring per bambini e ragazzi, un percorso di approccio al trail non competitivo che animerà la mattinata in attesa che i più grandicelli compiano le loro fatiche.
 
E poi al traguardo il famoso terzo tempo, fatto di bevande calde, pasti corroboranti, pacche sulle spalle e mal di gambe, ma fatto anche di rincuoranti boccali di birra artigianali (doppio per gli sparvieri della Plus, semplice per i tradizionalisti della Ghibellina). E si andrà avanti per tutto il pomeriggio, fino al tramonto, ad accogliere con i doverosi applausi tutti i finisher che avranno vinto la loro personale sfida.
 
 (foto Circolo Fotografico Castiglionese)