16/04/2018
Sagra del Cinema, con Francesco Montanari “capitano” della squadra si annuncia un'edizione 2018 da applausi
Sagra del Cinema, con Francesco Montanari “capitano” della squadra si annuncia un'edizione 2018 da applausi


Prime anticipazioni della sesta edizione della manifestazione (la quarta in Toscana), in programma a luglio a Castiglion Fiorentino
Sagra del Cinema, con Francesco Montanari “capitano” della squadra si annuncia un'edizione 2018 da applausi
Fresco di premio a Cannes come miglior attore in una serie tv europea, per la sua interpretazione in “Il Cacciatore”, in queste settimane in onda su Rai 1, Montanari ha aderito con entusiasmo al progetto. Insieme al sodale Alessandro Bardani, attore, regista e sceneggiatore, sarà il supervisore della programmazione artistica della kermesse cinegastronomica castiglionese

Stregato da Castiglion Fiorentino (e dalla Sagra del Cinema), Francesco Montanari entra nella squadra della kermesse cinegastronomica che giunge quest'anno alla sua sesta edizione (la quarta in Toscana). Ospite l'anno scorso al Cassero castiglionese – e fresco di premio a Cannes come miglior attore in una serie tv europea, per la sua interpretazione in Il Cacciatore, in queste settimane in onda su Rai 1 – Montanari ha aderito con entusiasmo al progetto promosso dall'associazione MenteGlocale con la collaborazione e il supporto del Comune di Castiglioni. Insieme al sodale Alessandro Bardani, attore, regista e sceneggiatore, Montanari sarà il supervisore della programmazione artistica dell'edizione 2018 della Sagra del Cinema, di scena a Castiglion Fiorentino a metà luglio. “Quando la sagra diventa cinema, quando il cinema fa diventare una sagra un grande spettacolo. Potremo riassumere così l’evoluzione della nostra manifestazione – sottolinea Mario Agnelli, sindaco di Castiglioni - che quest’anno si arricchisce della collaborazione di Francesco Montanari. Tanto entusiasmo per un progetto che, negli anni, si sta legando a doppio filo con Cannes: dopo, infatti, la presenza di Olivier Assayas, ora è la volta di una nuova stella della Croisette come Montanari”. Romano, classe 1984, dopo il diploma all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico, Montanari diventa famoso nel 2008 per la sua partecipazione, nel ruolo del Libanese, alle due stagioni di Romanzo criminale - La serie, per la regia di Stefano Sollima, ispirata alla vera storia della banda della Magliana. Negli anni successivi compare anche in Squadra antimafia e in Romeo e Giulietta di Valerio Binasco, a teatro recita in Il più bel secolo della mia vita, al fianco di Giorgio Colangeli, e interpreta Massimo Carminati, nelle intercettazioni di mafia capitale, alla festa del Fatto quotidiano, nel 2015. Nel 2016 ha poi condotto, proprio insieme ad Alessandro Bardani, la trasmissione radiofonica Happy Hour su Radio 2. Lo stesso anno, per il grande schermo, è stato coprotagonista del toccante Sole Cuore Amore di Daniele Vicari, al fianco di Isabella Ragonese. “Il suo contributo fondamentale – conclude Massimiliano Lachi, assessore alla Cultura del Comune castiglionese – darà la possibilità di farci conoscere ad un pubblico sempre più ampio, continuando a raccontare il nostro Paese attraverso il cinema e a promuovere Castiglion Fiorentino come meta di riferimento per la cultura nel nostro territorio”.