14/04/2018
Una lettera ai ristoratori, primi ambasciatori in loco di Castiglion Fiorentino, per esortarli a raccontare ai turisti-visitatori le bellezze storico artistiche del nostro territorio.
  Una lettera ai ristoratori, primi ambasciatori in loco di Castiglion Fiorentino, per esortarli a raccontare ai turisti-visitatori le bellezze storico artistiche del nostro territorio.


“Caro Ristoratore”…inizia così la lettera che ha personalmente consegnato il sindaco Mario Agnelli ai ristoratori del territorio insieme a guide e pubblicazioni della Città di Castiglion Fiorentino.
Lo ha fatto in vista di questa nuova stagione turistico-ricettiva perché, come lui stesso sostiene, “i ristoratori, ma in generale tutti i commercianti sono i primi operatori che accolgono il turista-visitatore in un territorio.
Sono il nostro biglietto da visita e quindi abbiamo ritenuto giusto donare alcune semplici pubbicazioni che raccontano la nostra Città, le nostre bellezze storico - artistiche, per l’enogastronomia e quindi le nostre eccellenze e i prelibati piatti toscani invece ci pensano già loro”.
Investire nella promozione e nella cultura passa anche da questi piccoli ma significativi gesti che coinvolgono e responsabilizzano tutto un territorio. “Solo con la collaborazione di tutti possiamo raggiungere importanti successi” aggiunge il sindaco Agnelli.
Castiglion Fiorentino ha intrapreso un nuovo e promettente cammino nella promozione turistico-ricettiva verso un pubblico sempre più vasto. Alle varie iniziative si aggiungono i traguardi fin qui raggiunti come il Premio “100 mete d’Italia” e le sfide portate avanti, come la scelta di aprire gratuitamente i Musei con la realizzazione del virtual tour che ha reso fruibile anche attraverso la tecnologia, il nostro patrimonio culturale.
“Ristoratori al pari di altre figure che operano nel settore del commercio e del turismo sono per Castiglion Fiorentino gli ambasciatori in loco dei nostri usi, costumi, storia e tradizioni” conclude il sindaco Mario Agnelli”.