13/02/2020
“Castiglion Fiorentino, Città dell’Olio”.
“Castiglion Fiorentino, Città dell’Olio”.


 
Un cartello posto all’incrocio tra Sr 71 e via Adua sancisce il profondo legame della città castiglionese con la cultura e la tradizione dell’olio di oliva
 
 
 
 
Un sodalizio che cresce quello tra l’Associazione Nazionale Città dell’Olio e il comune di Castiglion Fiorentino. Dopo aver ospitato, lo scorso anno, la prima tappa dell’iniziativa nazionale “Girolio d’Italia” questa mattina è stato posto lungo la strada regionale 71 un cartello che sancisce il profondo legame della città castiglionese con la cultura e la tradizione dell’olio di oliva.
“Castiglion Fiorentino, Città dell’Olio”, così recita il cartello che si trasforma in una sorta di carta d’identità del territorio visto che è ubicato nella parte sud del paese.  “L’amministrazione vuole intensificare il rapporto eno-gastronomico dei territori di origine del prodotto attraverso gli alberi di olivo e legare il patrimonio olivicolo italiano attraverso l’intensificazione di questa cultura. La pianta di olivo ci distingue rispetto al territorio per questo siamo sempre attivi con le associazioni di categoria affinché l’unione di intenti possa portare azioni di programmi strutturati per aiutare i nostri imprenditori agricoli” afferma l’assessore all’agricoltura Francesca Sebastiani. Dal 2016, anno dell’adesione del comune di Castiglion Fiorentino alll’assocazione Città dell’Olio, ad oggi il comune ha sostenuto con varie iniziative la promozione della cultura dell’olio e la valorizzazione dei territori come la tradizionale “Camminata tra gli Olivi”. Il paesaggio olivicolo delle Città dell’Olio è un patrimonio da valorizzare e tutelare e il comune di Castiglion Fiorentino anche con l’installazione del cartello si sta adoperando per la promozione e l’incremento del turismo dell’olio che rappresenta il più importante asset sul quale Associazione Nazionale Città dell’Olio investe con progettualità mirate come, tra le altre cose, le camminate tra gli olivi.